Political Shaman Sisu

venerdì, ottobre 02, 2009

UNA DESERTA VOLONTA' DI COSTRUIRE

Giacomo Montana

La puntata di Porta a Porta, pare che per la bufera scatenatasi per la partecipazione di Patrizia D'Addario ad Annozero abbia un seguito, questa volta sull'orbita della libertà d'informazione. Così si muove e ondeggia questo mondo inquieto italiano. Oggi si indirizza l'attenzione dell'opinione pubblica verso la visuale di un granellino di sabbia e la si distoglie dai veri e ben più gravi problemi della Nazione e dal come risolverli. Tutto serve pur di confondere le idee della gente. Un panorama che qualcuno potrebbe giudicare allarmante, ma rilassatevi, la politica italiana attualmente non fa assolutamente testo. Oggi a mio modesto parere c'è chi vorrebbe ancora in auge una politica morta e quando c'è qualcuno che non la pensa così, gli rode il....fegato. Lo scudo fiscale, per esempio lo si può giudicare giusto, oppure per certi aspetti persino sbagliato, ma qualcosa comunque per uscire da una situazione di stallo viene tentato e fatto, e per esempio su questa scia abbiamo visto che le case ai terremotati sono state costruite e in parte anche persino assegnate. Oggi comunque chi non si fa distrarre dai falsi problemi e dalle baggianate, si rende conto benissimo che il perno di tutte le più assurde e straordinarie problematiche, non è certamente da attribuire al modo di fare o di governare di Berlusconi, ma è principalmente dovuto alla società che continua a cambiare in peggio. Secondo la Carta Costituzionale l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, mentre poi si vede che è fondata sugli intrighi di potere e sulle iniquità: il lavoro c'è chi è destinato ad averlo e chi no e viene dimenticato per parecchio tempo! Per completare il caos oggi vediamo che la società tende a poggiare più sui giovani che sugli anziani, questi anziani che dall'autoritarismo di mezzo secolo fa, sono passati a leggerezze, stravaganze, aperture, indulgenze, tolleranze per lo meno sospette. Sospette sì, perché non tanto vengono praticate come una nuova maniera di educare, ma di fatto viene da pensare che tali atteggiamenti siano per sottrarsi al faticoso e impegnativo dovere dell'educazione. La scusa di minimizzazione bella e pronta c'è: “I figli sono ribelli. Impossibile con loro ogni dialogo. Facciano perciò quello che vogliono”. Da qui poi si vedono a mo' di gara i codici morali andare sotto zero, contornati dalle più svariate constatazioni di vedere persino bigottismi che disgustano e atterriscono. Sempre più spesso si viene informati dai Media che c'è sempre un numero maggiore di cittadini che muore sulle strade, perché investiti violentemente con mezzi meccanici di locomozione da ubriachi, drogati, esaltati di diverse età. Un'altra piaga del Paese è la disoccupazione in vertiginoso aumento. Altro dramma sociale è quello che ci viene illustrato dal Censis, ovvero quello che mette in luce la sanità italiana in crisi, tanto che di mala sanità se ne sente più spesso parlare, persino dopo morti impreviste di pazienti che speravano di avere attenzioni e cure. Risulta in crescita vertiginosa anche il numero degli errori sanitari denunziati. Sembrerebbe che secondo i dati Ania dai 3.154 del 1994 si è giunti a 11.932 nel 2004. Un aumento pari al 278 per cento che ha contribuito a minare sino ad oggi il rapporto di fiducia tra medico e paziente, producendo nel primo la frustrazione e nel secondo maggiore ansia per la propria salute. Non ho altri dati più aggiornati ma sento dai Media che la situazione sembrerebbe persino peggiorata. La parola Libertà in Italia non viene mai più pronunziata a ragione, perché di fatto, non viene più coniugata con un'altra: Libertà e Uguaglianza. Il Malcontento Generale col tempo potrebbe divenire persino Esplosione Sociale. In un secondo tempo quando il Malcontento Generale tracimerà il calice della pazienza della gente, scoppierà al pari delle mute forze della natura quando causano disastri e vittime. Infine non meno importante è pure il fatto che, se giri col lanternino, ancora sempre più spesso, di persone obiettive, sincere, acute, difficilmente ne trovi. Una materia prima che oggi scarseggia fortemente. In silenzio e nell'ombra ora c'è chi si può persino permettere di trascurare o abbandonare il grido disperato di aiuto di chi è gravemente ammalato e disabile (leggi recente cronaca documentata qui: http://carniaeombre.splinder.com/. Ognuno arriva soltanto a guardare sino a pochi metri di distanza da sé, infischiandosene di tutto il resto anche se viene pagato dallo stato per svolgere il proprio dovere!! Dicendola in breve, c'è una deserta volontà di costruire tutti insieme per il bene comune un futuro migliore.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home