Political Shaman Sisu

lunedì, febbraio 23, 2009

IMBROGLI DI SOTTOBOSCO E TURPITUDINI

Giacomo Montana

I politicanti cambiano il pelo, ma non quel vizio di lasciare irrisolte parecchie realtà che distruggono la vita dignitosa e l'esistenza di parecchi onesti cittadini. Sorge il sospetto che se “i soliti noti” continueranno a rimanere in politica, non salveranno la politica e l'economia italiana, ma, da come fanno capire, diverranno come fossero elefanti in un grande capannone di porcellane!

Sembra quasi che per taluni sia molto più comodo fare concentrare l'attenzione sulla sicurezza relativa all'immigrazione, mascherando vergognosamente così parte della grave realtà che viene fatta vivere al Paese e in cui gli extracomunitari non c'entrano proprio nulla.

Come abbiamo saputo dai Media, pare che la violenza che viene consumata è molto più grave ed estesa di quella che si vuole fare sapere e credere al popolo, in particolare, quella rivolta contro le donne, talvolta minimizzata, distorta, censurata e in certe realtà persino tenuta sistematicamente adombrata. Ci sono per esempio soggetti che vengono pacificamente vessati, spaventati, danneggiati e tutto in taluni casi, viene fatto passare come fosse semplice normalità.

Come è stato reso di dominio pubblico attraverso i media, ci sono donne lavoratrici molestate, ricattate e che per non perdere il posto di lavoro, sono spinte a subire gli abusi e le conseguenze anche dopo avere denunciato gli autori alle opportune Sedi. Si sono viste al riguardo parecchie violenze e conseguenze impunite! Anche tali vittime del crimine, a mio parere, nel nome dell'eguaglianza, dovrebbero avere il gratuito patrocinio di un legale.

Questo si verifica perché la tutela verso i cittadini è resa infinitamente minima e spesso persino inesistente. Ci sono esseri umani che vengono spinti alla disperazione, alla più assurda esasperazione, alla più inaudita povertà ed emarginazione, eppure non si vede nessuno che si interessi di intervenire per fare finire ogni violenza, raggiro e abuso, posto ai danni degli innocenti.

Nessuno che faccia fattivamente quadrato sulla grave piaga dell'abuso, per far sì che il governo possa fare rispondere chi non adempie ai propri doveri di imparzialità e che oltretutto vengono lasciati ad amministrare la giustizia. Anzi, troppe volte si è visto che la violenza continua come prima, senza vera giustizia, uguaglianza e imparzialità: basta fare nascondere i fatti delittuosi agli amici di cordata e il gioco è fatto. Per tutto quello che accade non potrò mai finire di sentirmi sdegnato!

Chi viene meno ai propri doveri, si sa bene che, pur sapendo, non dice nulla a nessuno e permette tacitamente la consumazione di tutti gli abusi e le torture di sottobosco! Anche per questo, ci sono violazioni di legge che vengono nascoste all'opinione pubblica e le vittime dei reati oltre a subire i danni, devono sopportare disordini, derisioni, beffe, umiliazioni e conseguenze disastrose senza fine. Chi fa finta di non sapere e fa torturare qualcuno, potrà mai essere pienamente estraneo ai fatti o essere considerato innocente?

Nel mondo ci sono falsi giudici dei tribunali, laddove quei signori si fanno corrompere, falsi funzionari laddove usano beneficiare di analoghe corruzioni, falsi preti laddove essi fanno anche i pedofili (...e questa è soltanto una parte di coloro che praticano altra violenza sugli innocenti). Quando vengono scoperti e denunciati tutti quei signori, dopo poco viene messo tutto a tacere e poi non se ne sa più nulla.

Anche nel nostro paese anno dopo anno dai politicanti ci giungono promesse di miglioramento in ogni dove, pur nella consapevolezza che certi panorami con i sistemi errati di fondo, non potranno cambiare né ora né mai. E' come un'ipocrisia che prosegue ad oltranza, lasciando i cittadini sempre in attesa di un miglior cambiamento.

L'impunità donata in contorte maniere a certi individui fuori legge, è evidentemente liberatoria per tutto ciò che si pensa, si fa, e ipocritamente non viene fatta divenire di dominio pubblico. Si spinge l'attenzione pubblica a tener parecchio fermo lo sguardo sulle violenze consumate dagli extracomunitari e si distoglie quella esercitata impunemente da certi insospettabili italiani!

Verosimilmente si nascondono certe verità perché a nessuno venga in mente di farsi le domande più razionali e più semplici: perché parecchi soggetti raggirano il prossimo, fingono di essere persone oneste e infine distruggono di nascosto senza alcuna pietà persone inermi?

Fino a che limite si continuerà a fare mantenere l'ignoranza del rapporto tra i sessi in una scuola che ignora corpi, sentimenti e sogni ereditati dall'infanzia, dai primi rapporti col mondo adulto, con la cultura dominante?
Quando in passato qualcuno ha provato ad avviare processi formativi e pratiche di una politica capace di "andare alle radici dell'umano", partendo dalla famiglia e dagli asili, altri individui, ne hanno sistematicamente offuscato e interrotto il percorso.

Evidentemente nella società contemporanea prevalgono ancora gli interessi economici di certa gente “senza scrupoli”. Ci sono troppe cose che sin dall'età scolare vengono mascherate, distorte, rese confuse per fare capire di meno, poco o nulla di certe agghiaccianti verità, che parecchie vittime innocenti della società devono impunemente subire!

Se ci indigna davanti ai fatti denunciati di stupri, non di meno dovrebbe risultarci intollerabile l'arroganza ipocrita di vedere nascondere altri crimini altrettanto gravi, efferati e persino tenuti ben nascosti! Nascondere un crimine dovrebbe essere un'aggravante del reato in favore della vittima e non un mezzo che protegge e lascia impuniti i malviventi!

Si dovrebbe fare di tutto pur di smascherare agghiaccianti verità che portano alla rovina parecchi cittadini, ai quali raramente i mezzi di comunicazione danno voce! A tale punto si dimostrata che quantomeno una grossa parte politica di questo paese, dei suoi organi di informazione, dei suoi ceti intellettuali, dei suoi professionisti della cultura, non riescono a fare proteggere i cittadini più indifesi dagli imbrogli di sottobosco.

Anche per questo non si fanno diminuire i dati numericamente impressionanti sulla violenza domestica, su quella consumata nei posti di lavoro, su quella fatta accadere nelle strade e nei locali pubblici (sia che si tratti di stupri, omicidi, torture o maltrattamenti).

Per avere una prova esemplare di spietata inerzia, emarginazione e abbandono da terzo mondo, con condizioni disperate nascoste da stampa e TV alla gente, ossia le condizioni di chi è stato torturato anche sul posto di lavoro, basta anche solo leggere la cronaca documentata e ascoltare le due interviste che seguono qui sotto.

http://it.youtube.com/watch?v=K0IG4I3YAT0

http://it.youtube.com/watch?v=Wqb-d27vYtU

http://www.mobbing-sisu.com/cronaca_documentata.php

Etichette: , , , ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home