Political Shaman Sisu

martedì, febbraio 10, 2009

FANCIULLI DELL'ALBA

A contatto con un riverbero di luce

vento e tuono urtano silenzio e pace.

Si inquadrano in tutte le dimensioni,

sino a vedere di verità tante illusioni.


Si pensa la vita dall'alba al tramonto

con fiumi di bravate che barano tanto.

Anche tu piccolo fiore ora spezzato

sei rimasto in vita, t'hanno annullato.


Non eri pre-salma, ma vita, per sentirla

quella vita chiamata coma che non parla

ma che ha pure quel raggio di candore

che per anni hai visto trattar con amore.


C'è chi ha preferito far l'indifferente

tra un lungo coro stridulo e saccente

con l'aria arcigna ha anticipato la fine,

negandoti sostanze di acqua e pane.


Non hanno compreso quanto eri viva

neppur che morte ancor non ti voleva

né hanno saputo andare oltre speranza

sino a mostrare a tutti intemperanza.


Così hai subito la bassezza di quel gelo

e senza eguali ti hanno mandato in cielo.

Molti han voluto difenderti nella stanza

con comprensione rispetto e fratellanza.


Ti era vicino chi ti parlava con Dio

aiutandoti sempre con tutto il suo io

con labbra asciutte ti han fatto partire

e senza lacrime persino arrivare.


Ora sei giunta al di là del ponte

sulla terra del giallo orizzonte,

lontana dalla notte opprimente

di chi voleva la fine. Agghiacciante!


Ti dipingeranno tutti insieme ora

con la tinta scarlatta dell'aurora.

Fa spola da te bianca colomba,

già sei la dolce fanciulla dell'alba.


(Giacomo Jim Montana)

Etichette: , , , , , , ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home